L'azienda-Amico caffè

La nostra azienda

Come si fa il caffè? Una breve"gita fotografica" all’interno della nostra azienda, dall’arrivo del caffè grezzo sino al prodotto finale e ai suoi derivati.



Ecco il caffè verde, quello vergine e non ancora lavorato pronto, per partire alla sua conclusione in tazzina! 

                                                                                                                                                         
 Prima fase:                                  
  DSC_8226DSC_8227                 DSC_8229




                 

Il caffè crudo scende dai sacchi di iuta per essere inserito nella macchina tostatrice dall’operatore, successivamente viene risucchiato dal tubo della macchina tostatrice, che a 220 gradi lavora il prodotto.

Seconda fase :

DSC_8249
 
Il caffè prima di scendere nel piatto di raffreddamento viene purificato all’interno della macchina-
filtro per evitare residui come ad esempio sassolini e  prodotti di scarto. La tostatura a 220 gradi, oltre che l’eliminazione di varie ed  impurità, permette la classica colorazione marrone scura del caffè. L’operatore controlla se il prodotto è tostato e quindi è pronto per scendere nel piatto raffreddante.

Terza Fase :
DSC_8281

 Il caffè continua a raffreddare, a seconda della grandezza e del tipo di chicco che si sta lavorando; l’ affascinante movimento delle pale che girano all’interno del piatto in senso antiorario tolgono il vapore in un tempo medio di 10 minuti. 
Prima della fase del confezionamento, passiamo così alla nostra particolarità di produzione, permettendo di "far vivere" in confezione tutto l’aroma, la fragranza e le proprietà del nostro caffè. Usiamo il termine "far vivere" perché solitamente il sottovuoto "fa morire", o meglio fa fermare le qualità del caffè, in particolare la sua naturale oleosità, che riesce a dare quella morbidezza e quel profumo vero ed autentico che sono un caffè di alto livello può mantenere.
Le nostre valvole, anch’esse di produzione italiana, applicate sulla carta del caffè sono dotate di un piccolo foro che permette la continua vita del caffè all’interno del sacchetto, ma nel contempo ne vieta l’entrata di impurità e batteri.
Il caffè in questo modo mantiene la sua naturale umidità per consentire, anche agli inesperti del caffè, di poter apprezzare maggiormente e sentirne la differenza qualitativa rispetto ad altri caffè mantenuti in sottovuoto. si passa al confezionamento ed alla esatta misurazione del peso del caffè in confezione, attraverso nastri trasportatori.